3×3 fa 9: la matematica è una certezza, ed anche il teatrino “Salernitana” lo è

Click Here

Prendere tre gol contro una squadra fortemente rimaneggiata : fatto
Prendere tre gol in casa da un tuo ex giocatore e perdere la prima partita all’Arechi: fatto
Prendere tre gol da una squadra quasi morta e continuare la tradizione negativa del “Cabassi” : fatto

Cosa altro deve succedere per far aprire gli occhi a chi, in assoluta malafede, difende a spada tratta gli scrittori a sei mani di un copione che da anni è sempre lo stesso? E’ ora, cari amici, di dire basta oppure avete sempre paura dei 20 anni di serie C che potrebbero toccarci senza Lotito?

La risposta, in maniera presuntuosa, ve la do io: chi se ne frega?! Preferibile vivere un solo giorno da persona libera e sognante che cento tenuto incatenato ad una mediocrità che, in maniera spaventosa, a molti inizia quasi a piacere.

Click Here

Stefano Colantuono è solo l’ennesimo allenatore gettato in pasto alla piazza, ed il suo probabile esonero (giusto, giustissimo) non sarà altro che il piccolo “contentino” dato a chi non accetta più nè le prestazioni di una squadra spenta nè l’atteggiamento di un allenatore incapace anche di assumersi la responsabilità dei propri errori. Noi, comunque, andiamo oltre. Andiamo oltre perchè non siamo stanchi solo della Salernitana che gioca male, dell’ennesimo allenatore che fallisce e di tanti giocatori che vengono a Salerno e dimenticano anche i fondamentali che alla scuola calcio insegnano dopo una settimana.

Siamo stanchi dell’artefice di tutto questo, immotivatamente intoccabile. Siamo stanchi di chi permette tutto questo, immotivatamente intoccabile. Siamo stanchi del socio, che resta a guardare in silenzio (ed è pure meglio perchè quando parla non porta manco bene). Siamo stanchi anche e soprattutto di coloro che difendono tutta la triade, quando nelle precedenti gestioni si sono gonfiati il petto per molto molto meno.

Fra nove giorni è Natale, sarebbe un bel regalo. Anzi, un bel gesto d’amore per chi veramente soffre e sta male (sportivamente parlando). Qualche letterina al buon Babbo Natale è stata scritta già, e speriamo ci possa ascoltare. Noi intanto facciamo una semplice richiesta: ci lasciate liberi?

Grazie in anticipo.

 

Ludovico Santoro

 

Click Here
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *